Anna rossa

Il tuo nome è come l’otto
come il rosso della sera

come un treno che ho perduto
ma ritorna a primavera,

il tuo nome è da gridare
nel gran vento che non resta

il tuo nome è da trovare
nella torta della festa…

Il tuo nome torna indietro
su un binario stretto stretto

come va il bambino al buio
e poi scappa dallo spettro.

                                                                                                                          Nicola Fleming