proemio ad opera futura (invocazione alla Venerabile V.)

Vieni Vi, vieni a me.
Vieni, cerchiamo assieme…
Cerchiamo kenningar per i tuoi occhi;
e sabbie che non conosci

(grava un antico incanto
sui tuoi capelli,
la tua anima è celata)

le danze tue curano i folli
tu, fanciulla verderame,

i simboli a te obbediscono
e le rune ti sono amiche
quale il tuo nome presso gli uomini,
rivelami, Vi, Vi, Vi…
ed ogni altro
diverso nei Nove Regni.

E da Haugesund a Sylt
chi ti invoca mostrami,
e quali pellegrini
ti cercano
tra i ghiacci di Jothunheim
e le cime del Reinhaimen,
tra i boschi di Jesperhus
e l’aspraroccia di Aslund.

Mostrami il Canto,
farsi brina di foglia,
goccia, inchiostro, rumore
tracciato, gabbia e serra,
profumo, lume e nettare,
mostrami! Nel Nulla d’Acqua, gioia! pace! mostrami tu!

Chiudimi gli occhi ora, che veda.

 

                                                                                                                         Nicola Fleming

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s