motivo cantabile

Piccola luna, del cielo ti penti,
bagni di luce una terrazza laggiù
bagni di stelle le fresche maree
e chi per te va non torna mai più;

Sono fuggito cercando riparo
Stella Polare dammi il tuo faro!
Sono fuggito dai suoi occhi celesti
stelle cadenti teneteci desti!

Non sento più freddo adesso alla schiena
e parlo di notte con l’Orsa Maggiore
mi chiedo potrò mai avvistar la balena
quella che vaga cercando il suo cuore?

Piccola luna di sabbia e di venti
canta la notte di respiri calda
la parola canta appesa alla finestra
di quando piccina non eri che un’alba

                                                                                                                         Nicola Fleming

l’anarchico

La tua vita è questo campo di grano
L’alba è tutta un declivio di fiori,
Mentre col vento ti stringi la mano
Lei, inchinata, ti guarda che muori…

Vento d’un mare libero e fiero
Proprio in quel campo suonava la banda,
fermi i suoi occhi d’azzuro vero
vecchio sapore d’un Whiskey d’Irlanda.

                                                                                                                         Nicola Fleming